Commercio PELLET e BIOMASSE

Pellet di legno

Il pellet è un'estrusione in continuo che viene suddivisa poi in tronchetti di differenti dimensioni (diametro da 6 a 12 mm) idonei per l'alimentazione di stufe e caldaie. Si ottiene grazie all'azione di macchine pellettizzatrici che agiscono comprimendo residui legnosi di ridotte dimensioni, trucioli, segatura, corteccia, appartenenti a diverse specie legnose. La fase di compressione può essere preceduta, se necessario, da interventi di triturazione qualora il pezzame presenti dimensioni elevate, e di essiccazione.

 

I pellets sono caratterizzati da un basso contenuto di umidità, 6-10%, così come un basso contenuto di ceneri, approssimativamente 0.5%. Peculiarità del pellet, che lo contraddistingue dal legno, è quella di presentare un volume praticamente costante. Questa sua caratteristica è conseguenza del processo di formazione; la compressione di materiale fine, infatti, porta alla realizzazione di un prodotto con porosità nettamente inferiore rispetto al legno. Il pellet ha un potere calorico inferiore di circa 4200 kcal/kg, nettamente superiore rispetto agli altri combustibili d'origine legnosa.

Queste proprietà contribuiscono ad evidenziare le qualità del prodotto dal punto di vista della commercializzazione e degli spazi necessari per lo stoccaggio. Le caratteristiche sopra descritte, insieme alla disponibilità sul mercato di tecnologie per il suo utilizzo affidabili ed efficienti, fanno del prodotto una valida alternativa ai combustibili tradizionali.

 

In Europa la Svezia è il più grande produttore ed utilizzatore di questa tipologia di prodotto, che è comunque diffuso in molti altri paesi europei. In Italia l'utilizzo dei pellets è molto contenuto anche se negli ultimi anni presenta un trend di crescita decisamente positivo. Attualmente in Italia si importano pellets soprattutto da Austria, Germania, Est Europa e Canada.

 

Un aspetto importante che può influenzare le prospettive future di questo prodotto e non deludere le aspettative del mercato, è la necessità di opportune garanzie sulla qualità del prodotto, in quanto ad oggi in Italia non esistono specifiche standard di riferimento.

 

In Europa fortunatamente esistono specifiche classificazioni prodotte dagli enti di certificazione preposti alla predisposizione della normativa per le proprietà ed i metodi di prova dei pellets. DIN 51731, ÖNORM M 7135 e l'ultima ed attuale EN PLUS 14961-2. Tali enti eseguono inoltre ispezioni 

presso i fornitori almeno una volta all'anno. Questo monitoraggio include una valutazione sulla conformità della qualità, sull'imballo, sullo stoccagio e soprattutto sull' origine e proveninza della materia prima di cui il pellet è costituito.

RICCI PIETRO S.R.L. - V.le V. Randi 68/A - 48121 Ravenna
Tel. 0544 460254 - Telefax 0544 500352 - e-mail: info@riccipietro.it
R.E.A. RA 188313 - Reg.Imp./C.F./P.Iva 02286080391